Codice anagrafe nazionale ricerche: 58240
Denominazione: Istituto di Ricerche Economiche e Sociali dell'Emilia-Romagna

CF: 92032080373
Codice iscrizione provvisorio anagrafe: 58240

Data codice iscrizione anagrafe: 11/01/2007
Sede legale Via Marconi 69
Regione Emilia-Romagna
Provincia BO
CAP 40122
Comune Bologna

Fax: 051-294804
Natura giuridica: Altri Enti
Attività: ISTAT: 73200
Descrizione:
Attività Ricerca e sviluppo sperimentale nel campo delle scienze sociali e umanistiche

Hits: 0
Area tematica: Territorio
Stato: In corso  
Leaders del progetto: Carlo Fontani; Daniele Dieci  
   
In collaborazione con
  • Federazione Italiana Lavoratori dei Trasporti Emilia-Romagna (Filt)
 
Descrizione:
La Federazione Italiana Lavoratori dei Trasporti (FILT), categoria sindacale della Cgil, individua l'Ires Emilia-Romagna come struttura tecnica responsabile del progetto di monitoraggio ed analisi dei trasporti e della logistica in Emilia-Romagna.
 
L'oggetto dello studio/azione è la captazione dei dati riferiti alla movimentazione delle merci e al sistema della logistica in Emilia-Romagna, con particolare riferimento al trasporto merci, in tutte le sue sfaccettature. Per poter analizzare appieno l'oggetto appena definito, si ritiene utile la predisposizione di uno strumento di analisi capace di offrire una continuità di analisi della materia. Per questa ragione si conviene sulla realizzazione di un contenitore di dati che possa partire dalla raccolta degli elementi esistenti per poi poter essere alimentato da fonti differenti in maniera continuativa, in modo tale da poter creare un osservatorio duraturo e fluido della materia, che per sua natura è costantemente in divenire. 

Il progetto di ricerca prevede due parti distinte:          
a) creazione Database sulla logistica delle merci e dell’autotrasporto (raccolta dati da fonti istituzionali esterne e dalla collaborazione con la categoria sindacale);
b) creazione di uno spazio apposito nel sito internet per restituzione dati ed implementazione database.

La volontà è quella di partire dall'individuazione di territorialità regionali che offrano al loro interno una forte coerenza sia logistica che infrastrutturale (chiameremo questi territori snodi infrastrutturali). L'analisi degli snodi infrastrutturali selezionati avverrà anche attraverso la pubblicazione di papers, a cadenza quadrimestrale o semestrale, che possano tratteggiare quanto fino a quel momento raccolto, nel tentativo di introdurre la materia all'interno degli assi teorici scientifici, con una particolare attenzione al rapporto esistente tra il mondo dei trasporti e l'evoluzione storico-urbanistica del territorio.