Il settore dell’edilizia viene ritenuto di grande importanza per  l’economia e l’occupazione regionale. Il  rilievo di questo settore per l’economia regionale è generato non solo dal valore aggiunto e dall’occupazione da esso direttamente creato ma anche dalle relazioni produttive con altri comparti. Dato quindi il peso del settore nell’economia nazionale e regionale, di questo vengono occasionalmente studiate le performance e i mutamenti delle caratteristiche strutturali tuttavia, rispetto ai lavori sinora prodotti, vi sono almeno due lacune nella conoscenza del comparto edile che suggeriscono la necessità di un lavoro ad hoc.

Innanzitutto ai lavori esistenti manca un carattere di continuità che consentano di monitorare l’evoluzione dei principali dati strutturali e di performance nel tempo. Questo si rivela particolarmente importante nell’attuale momento storico, ovvero dopo sei anni di congiuntura economica recessiva che ha colpito pesantemente il settore. In particolare, da molti è condivisa la convinzione che il modello di sviluppo che questo comparto ha perseguito per molti anni conteneva in sé gli elementi che lo avrebbero portato ad una soglia di non sostenibilità superata la quale tutto il sistema sarebbe entrato in crisi. Ne consegue che le traiettorie si sviluppo futuro per il settore edile devono necessariamente essere profondamente differenti rispetto a quelle del periodo pre-crisi. In secondo luogo, nelle indagini esistenti manca l’analisi di numerosi aspetti che interessano il lavoro, dal monitoraggio delle ore lavorate, delle imprese immatricolate e attive, al numero degli operai attivi e usciti, ai casi di malattia, alla rappresentatività, possibili  solo con la messa a sistema e analisi dei dati provenienti dalle Casse Edili. Con il presente progetto ci proponiamo di costruire un percorso di monitoraggio del settore dell’edilizia, che consenta quindi di avere un quadro aggiornato dell’evoluzione della struttura produttiva e del lavoro di questo comparto. In particolare si prevede un’analisi approfondita dei dati aggregati raccolti dalle Casse Edili, possibilmente incrociati con altre banche dati, al fine di arricchire ed approfondire l’analisi sulle dinamiche del lavoro nell’edilizia in Emilia-Romagna.