rassegna.it_Hewlett_Packard_sindacati_europei_uniti_contro_i_tagli_Pagina_1.jpg Scarica

Rassegna sindacale: S’intitola “Sisma e ricostruzione: per un nuovo protagonismo del lavoro”, porta la data dell’ottobre 2013, è un’accurata indagine dell’Ires Emilia Romagna, una “ricostruzione dal basso”, come recita l’Introduzione, “di quanto avvenuto nel periodo dell’emergenza, di quanto si sta realizzando per sostenere la ricostruzione dopo il sisma per ritornare alla ‘normalità’ e di come l’attivismo locale ha percepito l’intervento ‘esterno’, dal livello commissariale, a quello governativo, a quello dei livelli non territoriali delle istituzioni e organizzazioni del tessuto economico e sociale del territorio”.

rassegna.it_Hewlett_Packard_sindacati_europei_uniti_contro_i_tagli_Pagina_1.jpg Scarica

L'Unità: Ecco una ricerca che dovrebbe interessare la ministra Marianna Madia, alla vigilia di un’operazione tesa a portare una ventata «rivoluzionaria» nel lavoro pubblico. Un settore dove sono preponderanti quelli chi chiamano i «lavoratori cognitivi», oppure «lavoratori della conoscenza». Sono insegnanti, operatori scolastici, formatori, ricercatori, musicisti. Chi con contratto stabile, chi con contratto a termine o di collaborazione. Chi precario.

rassegna.it_Hewlett_Packard_sindacati_europei_uniti_contro_i_tagli_Pagina_1.jpg Scarica

S’intitola Ripartiamo dal lavoro. Autonomia, riconoscimento e partecipazione, ed è una bella ricerca sul lavoro e la sua qualità – curatori Davide Dazzi e Cesare Minghini, Bologna, Editrice
Socialmente, 2014, pp. 184, euro 13,00 –, che riprende una ormai antica tradizione di studi sul lavoro risalente agli anni ’60-70.
 

Altri articoli...